Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for gennaio 2011

Le iscrizioni alla Gran Fondo Val Casies procedono a ritmo serrato e la tendenza è in continua crescita. Fino ad oggi, abbiamo registrato adesioni da ben 25 nazioni in tutto il mondo.

 Il gruppo “Just for Fun”, che vede la partecipazione alla Gran Fondo Val Casies per puro divertimento, senza cronometraggio né classifica, si sta trasformando in un evento di successo. Anche in quest’ambito, si registra un sensibile incremento delle iscrizioni rispetto allo scorso anno.

Top-Stars:  Ole Einar Bjoerndalen NOR,  Christian “Zorro” Zorzi ITA, Pietro Piller Cottrer ITA, Roland Clara ITA,  Tom Reichelt GER, Tom Steurer AUT, Jonathan Wyatt NZE

Condizioni di pista:  Dopo l’innevamento di olte 7.000 mq di neve programmata tutti i 42 km si presentano in  perfetto stato.

Read Full Post »

Scorrendo l’albo d’oro della Gran Fondo Val Casies, ci s’imbatte in un incredibile numero di star internazionali, a partire dalla fuoriclasse italiana Maria Canins e dall’italo-russa Eugenia Bitchougova, fino a Lara Payrot e a Magda Genuin, vincitrice nel 2009 sul tracciato di 30 km. Tra gli uomini, numerosi sono i campioni olimpici e i detentori di titoli mondiali ad aver conquistato il podio nella maratona, come l’austro-russo Mikhail Botwinov, per due volte l’italiano Silvio Fauner, campione olimpico di Lillehammer, il re del biathlon Ole Einar Bjorndahlen, il campione mondiale di sprint a squadre Christian “Zorro” Zorzi o, negli ultimi anni due volte la promessa tedesca Tom Reichelt. Anche nella gara in stile classico, introdotta nel 2007, il podio è stato conquistato da “assi” dello sport come il norvegese Anders Aukland, gli italiani Marco Cattaneo e Bruno Debertolis o, nel 2009, l’austriaco Thomas Steuerer. Perfino il norvegese Bjørn Daehlie, considerato il più grande sciatore di fondo del secolo, ha onorato la Gran Fondo con la sua presenza, piazzandosi al 7° posto nel 2003.

Vitto. Mettendo in fila gli strudel di mele consumati nell’ambito del “menù a 4 stelle Val Casies”, si raggiungerebbe la notevole lunghezza di 250 m! Ma non è tutto: presso i cinque punti di ristoro e durante il pranzo, sono stati consumati 150 kg di agrumi, 200 kg di banane, 120 kg di frutta secca, 8.000 caramelle al glucosio, 4.000 bevande isotoniche, 1.000 l di brodo di verdura, 8.000 tè alla frutta, 3.000 mele Marlene e oltre 350 kg di filetto di maialino.

La sicurezza di tutti i partecipanti, dei volontari e degli spettatori (complessivamente circa 6.000 persone) è la massima priorità degli organizzatori. A tale scopo, l’estate scorsa è stato elaborato un “piano d’emergenza” ad hoc, frutto di lunghi studi e riflessioni, che contempla i seguenti soggetti: il medico ufficiale d’emergenza dott. Wolfgang Luns, la Croce Bianca (ambulanze), la squadra di elicotteristi della Guardia di Finanza, il servizio di soccorso alpino Alta Val Pusteria e le tre sezioni dei Vigili del Fuoco Volontari della Val Casies.

Read Full Post »